Servizio taxi: ma quanto ci costi?

servizio taxiTaxi service e noleggio auto con conducente in Italia.

Tariffe e prezzi del servizio taxi italiano rispetto al resto del mondo

In Italia il servizio taxi nelle varie città e in provincia spesso preoccupa il cliente a causa delle spese extra non pianificate. Gli italiani, in confronto a chi vive in metropoli come New York, tipo chi accede al servizio taxi a Portogruaro, usano molto meno il taxi, che di per se è un mezzo di spostamento eccellente. Nominiamo Portogruaro solo come esempio di città di provincia veneziana, non certo metropoli ma comunque snodo importante tra Venezia e Pordenone. I taxi sono un servizio pubblico e come tali hanno delle tariffe pubbliche, è possibile viaggiare senza amare sorprese facendo minimamente attenzione. Anzitutto il servizio taxi deve avere apposita licenza, rilasciata dal comune di pertinenza, naturalmente un taxi di Modena non potrà svolgere servizio in chiamata a Firenze, ciascuna licenza è relativa alla zona interessata.

Ma quanto costa il servizio taxi in Italia?

Citiamo fonti attendibili

In Italia, si è convinti che il taxi sia la soluzione meno economica per i viaggi e che le tariffe del servizio siano tra le più alte al mondo. Grazie alle statistiche si può dire che il costo del taxi in Italia è in linea con le tariffe Europee perchè molto meno caro rispetto ai tassametri di città come Oslo, Copenaghen, Sydney, Stoccolma e Zurigo.

Possiamo quindi dire che il servizio taxi non è il più caro al mondo. Le brutte esperienze capitano a tutti, questo in ogni settore, dalla macchina sgangherata e poco pulita con dentro un tassista che sa di muffa con un orrendo rospo in parte, al taxi abusivo, a supplementi inseriti all’ultimo per gonfiare la tariffa finale, ma questi comportamenti non devono essere estesi all’intera categoria. Molti tassisti infatti, dalla grande provincia al paesino tengono in perfetto stato il loro mezzo, applicano alla lettera le direttive comunali per il servizio e la tariffazione corretta. In ogni caso, chiedere è lecito, prima di salire potete sempre chiedere una “stima” della spesa da sostenere.

Le polemiche con Uber Taxi.

Le recenti polemiche su “uber taxi” sono state molto sentite dai tassisti di tutta Italia e non solo. E’ normale, uber bypassa la necessità di licenza (licenze a volte molto costose specialmente nelle città più importanti) ed evita la tassazione alla quale il tassista corrisponde parte del guadagno. Alcune ricerche parlano di una svalutazione in percentuale elevata delle licenze taxi, un tempo acquisite a decine di migliaia di euro ed oggi a molti meno soldi. Questo è il mercato purtroppo, e ricorda la battaglia degli albergatori contro Airbnb, nota app che offre case vacanze e bad and breakfast sorvolando le tasse di una normale agenzia. Nessuno dibatte sulla concorrenza, non a caso nelle città estere con maggior numero di licenze taxi i costi scendono, ma non ci si limita a questo, anche l’aspetto fiscale è estremamente importante da considerare.

Come non essere presi alla sprovvista dalla corsa.

Doppi tassametri ad esempio sono l’espediente usato dai più furbi per cambiare le carte in tavola, il tassametro è uno e deve partire dal momento in cui sedete nel mezzo, naturalmente con il costo della chiamata (che può variare da zona a zona).
Inserimento di supplementi al volo, anche qui fate attenzione, i supplementi sono per le persone in più da caricare, per la fascia festiva e notturna (20/06) circa, infine per i bagagli caricati. E’ normale che vi venga richiesto il corrispettivo di un supplemento se a salire siete in 5 e non in uno. Tali supplementi taxi però devono essere inseriti correttamente, non certo a metà corsa o di nascosto dal cliente. La cosa che dispiace di più è che a causa del comportamento scorretto di alcuni debbano prendere cattiva fama tutti. Cercate di far chiarezza ma senza esagerare, le tariffe come dicevamo sono pubbliche, e spesso si trovano appese nel sedile del guidatore. Sui doppi tassametri, lo vedrete da voi. In assenza totale di tassametro e relativa licenza, alzatevi e andatevene, l’abusivismo è un grosso problema tra i tassisti, ed è chiaramente ingiusto nei confronti di chi, come autista autenticato, ha acquistato una licenza costosa e paga correttamente i corrispettivi.

L’esigenza di chiamare una corsa taxi, non nasce solo nelle grandi città o per andare in aereoporto, o per uomini d’affari, sempre più spesso si vedono genitori preoccupati che , ad esempio, prenotano dividendo la spesa, un taxi per gli spostamenti serali dei figli, onde evitare che chiedano qui e lì passaggi magari pericolosi. Serate in discoteca, cena che possano prevedere qualche bicchiere di troppo (con l’arrivo degli etilometri il pericolo di incorrere nel ritiro della patente è molto alto infatti), e tante altre occasioni. Ricordando anche tutti quegli anziani che magari hanno i figli lontani, e che per presenziare a controlli e visite mediche lontane da casa debbono chiamare un servizio pubblico non di linea, ovvero un taxi.

Questo non solo a Milano o a Roma, ma anche in piccole realtà di provincia come Portogruaro! Le corse chiamate per la zona di Portogruaro sono limitrofe a San Dona di Piave, Latisana, Pordenone, a volte molto mal servite dai bus o dai treni di linea, corse che si possono concordare tranquillamente con uno dei servizi a disposizione.

A proposito di taxi a Portogruaro, ecco, dopo rapida ricerca, i migliori servizi taxi:

Cardillo Marco 331/8630417

Della Chiesa Walter 340/6115173

 

 

Author: indexo3

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *