Pietro Castellitto

  • Nome e Cognome: Pietro Castellitto
  • Professione: Attore e Regista 
  • Nato il: 16 Dicembre 1991 
  • Età:  29 Anni
  • Nato a: Roma
  • Segno zodiacale: Sagittario
  • Altezza:  180 Cm circa 
  • Segui su Instagram: @pietrocastellitto

Chi è Pietro Castellitto

Pietro Castellitto è un attore, regista italiano con un grande talento, figlio di uno degli attori più amati nel nostro paese ovvero Sergio Castellitto e di una nota scrittrice, Margaret Mazzantini, il giovane ha saputo trovare una propria strada ed uscire dall’ombra dei propri genitori conquistando una propria dimensione. Pietro è il volto della serie tv dedicata a Francesco Totti dal titolo speravo de morì prima. 

Biografia di Pietro Castellitto

Pietro Castellitto nasce a Roma il 16 Dicembre del 1991 sotto il segno zodiacale del Sagittario. Pietro è un figlio d’arte, il padre infatti è Sergio Castellitto, celebre attore, regista e sceneggiatore italiano,  la madre invece è Margaret Mazzantini, famosissima scrittrice, drammaturga e attrice italiana. Pietro fin da giovanissimo dunque ha l’occasione di crescere in una famiglia di veri e propri artisti e da subito ha l’intenzione di seguire le orme dei propri genitori. Non a caso Pietro esordisce al cinema poco più che bambino, a soli tredici anni, nel film di successo del padre ( tratto da un romanzo scritto dalla madre) “Non ti muovere“.  Successivamente viene diretto altre due volte dal padre in due film di successo, ovvero: La “Bellezza del somaro” (2010) e “Venuto al mondo” (nel 2012).

Poco dopo, forte del successo ottenuto grazie alle precedenti interpretazioni, Pietro viene scelto da Lucio Pellegrini per il ruolo di Marco nella celebre commedia “è nata una star?” dove recita insieme a Luciana Litizzetto. Oltre allo studio della recitazione, Pietro termina il percorso di studio tradizionale successivamente decide di proseguire il suo percorso di formazione iscrivendosi alla prestigiosa Università di Roma “La Sapienza” dove consegue la laurea in Filosofia. Dopo aver concluso il percorso universitario, Pietro decide di dedicarsi anima e corpo al mondo della recitazione, nel 2018 indossa i panni del Secco in “La profezia dell’armadillo“. Qui dimostra a tutti di avere talento e di essere arrivato proprio dov’è grazie a quest’ultimo e non perchè è figlio d’arte. Non a caso, proprio grazie al suolo del Secco, il giovane viene insignito del Premio Guglielmo Biraghi in occasione dei Nastri D’argento del 2019. Il ruolo successivo però, gli permette di distaccarsi in modo definitivo dall’ombra dei genitori. Pietro infatti indossa i panni di un artista circense albino in “Frank Out” regia di Gabriele Mainetti. Pietro non è solo un attore di grande spessore ma anche un regista. Il suo esordio come tale avviene alla settantesima mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia dove sarà presentato il film d’esordio del giovane regista “I predatori“. Questa potrebbe essere una grandissima occasione per Pietro Castellitto che potrebbe portarlo definitivamente via dall’ombra del cognome paterno. Inoltre nel film “I predatori” Pietro Castellitto dimostra la sua estrema versatilità ovvero non sarà solo il regista ma ha anche una parte dove dovrà sfoggiare le sue doti da attore. 

Vita sentimentale di Pietro Castellitto

Della vita sentimentale di Pietro Castellitto non si sa praticamente nulla, non si sa con certezza se attualmente sia fidanzato o single. Il figlio di Sergio Castellitto è sicuramente molto riservato, in nessuna intervista infatti ha fatto cenno al suo passato sentimentale. Purtroppo nemmeno i suoi profili social riescono a fornire un qualche indizio sul suo trascorso sentimentale. Molto probabilmente Pietro in questi anni si è dedicato prevalentemente al mondo del lavoro e dello studio piuttosto che alle relazioni sociali. Tuttavia non è possibile affermarlo con certezza dato che sul suo conto non si hanno molte informazioni.

Curiosità su Pietro Castellitto

Pietro ha deciso di frequentare l’Università più che per passione per compiacere il desiderio dei genitori, il padre infatti glielo ha richiesto esplicitamente;

Ha deciso di frequentare il corso di Filosofia perché al Liceo questa era la sua materia preferita, il suo autore preferito era Friedrich Wilhelm Nietzsche;

Adora giocare a tennis con suo padre, in una intervista ha confessato che lo batte quasi in ogni partita.